giovedì 21 aprile 2011

La seconda possibilità


Quanti oggetti abbiamo nelle nostre case che usiamo una sola volta e poi buttiamo via?
Pensiamo ai contenitori per le uova, agli imballi delle verdure, ai barattoli di latta dei legumi o del pomodori, ai cartoni del latte e così via.
Tutte le volte che faccio la spesa mi ritrovo il bidone della plastica pieno zeppo e ogni volta cerco di salvare qualche oggetto e fargli vivere una seconda vita, cerco di dargli una seconda possibilità.
Fra poco sarà il compleanno di Sara e ho deciso di regalargli un porta penne fatto da me riciclando un barattolo di latta che prima conteneva la passata di pomodoro.

Ieri, con l'aiuto di mio figlio ho cucinato 2 mini torte e le ho impacchettate utilizzando 2 involucri di plastica porta uova che ho mascherato un po'.

Quando vado dalla mia verduraia tengo i contenitori di plastica della verdura e glieli riporto così lei li lava e li riutilizza.
I contenitori della pizza d'asporto che erano puliti li userò oggi per trasportare le pizzette che ho fatto per la festicciola dei cinni al tennis.
Ci sono poi degli oggetti che hanno fatto parte della nostra vita per anni che poi, per un motivo o per un altro non usiamo più.


Un anno fa ho prestato a mia nipote il seggiolone che usavo per mio figlio per dargli da mangiare. 
Qualche giorno fa me lo ha riportato e invece di rimetterlo in solaio l'ho utilizzato come porta piante, così ogni volta che salgo le scale mi scappa un sorriso guardandolo, perchè ripenso a mio figlio quando era così piccolo da star seduto lì dentro (mi scappa anche una lacrimuccia...)


A proposito di lacrimucce, martedì ero in macchina e andavo al lavoro, ascoltavo Fabio Volo su radio DJ (anche se solitamente a casa ascolto sempre radio Capital, faccio un po' di pubblicità).
Mi ha fatto piangere... quel simpatico bastardo mi ha fatto piangere, e mi ha fatto anche bene, perchè ogni tanto, piangere, sfogarsi, far venir fuori quel che ci teniamo sempre dentro fa bene, dopo ci si sente davvero più alti di 5 centimetri.
Se vi sentite tristi, avete voglia di sfogarvi, di farvi un bel pianto e anche due risate qui potete riascoltare la puntata tramite il podcast (ascoltateli entrambi già che ci siete).


E per finire ma non meno importante vi segnalo il blog di <<Vita a impatto 1>> che è molto, molto, molto interessante che se vi va potete andare a visitare.

10 commenti:

  1. Belle idee e bel post, complimenti!

    RispondiElimina
  2. un post bellissimo con un sacco di belle idee che potrei usare anche per coiunvolgere i miei piccoli artisti ion vacanza.
    ma grazie!

    RispondiElimina
  3. Hai ragionissima, peccato che i buoni comportamenti vengano "premiati" poco.
    E' molto carina l'idea del seggiolone, invece che stare in un angolino, con le piantine sopra ci sta proprio bene!
    Ahhaha, le pizzette per i cinni...:D
    Buona Pasqua!

    RispondiElimina
  4. Che idee fantastiche!!! Tantissimi auguri di buona Pasqua, baci, Flavia

    RispondiElimina
  5. Grazie delle belle idee che ci hai dato in questo post, sei bravissima!
    Bacioni e Buona Pasqua a te e famiglia!

    RispondiElimina
  6. grazie ragazze :) auguri a tutte!!

    RispondiElimina
  7. Beh si....è davvero un post bellissimo.....perchè hai dato importanza a delle giuste cose! Cavolo, il seggiolone come porta pianta è geniale......complimenti davvero sai....per tutto! Ho ascoltato anche il programma della radio, hai ragione ne valeva la pena.....Buona pasqua di cuore..

    RispondiElimina
  8. Che carino il seggiolone portapiante!
    Io sono un'accanita sostenitrice dei recuperi, hai fatto benissimo ad utilizzare tutte queste cose che sarebbero finite in discarica!
    Un bacio e tanti auguri di Buona Pasqua!

    RispondiElimina
  9. grazie Gemma, sono contenta che ti sia piaciuto, auguri a te e al tuo mitico Carmine!!

    ciao Eli, grazie...

    RispondiElimina
  10. uao! che bella l'idea di riciclare la latta della passata di pomodoro.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...